Nuova vita al Super ammortamento

I titolari di reddito d’impresa, incluse, quindi, anche le farmacie, possono beneficiare di questa normativa che prevede una maggiorazione del costo di un bene agevolabile ai fini irpef.

Con la nostra esperta, dottoressa Paola Castelli, vediamo cosa ha previsto il Decreto Crescita in tema di super-ammortamento.

Dottoressa Castelli, se non erro ci sono “buone nuove”: quali sono le caratteristiche del nuovo super-ammortamento come riproposto dal Decreto Crescita?
Il super-ammortamento si traduce in una maggiorazione del 30% del costo di acquisto dei beni agevolabili. In pratica sarà possibile dedurre ai fini Irpef il 130% del prezzo di acquisto del bene. Si tratta di un’agevolazione che incide sulla disciplina fiscale irpef (e non anche irap) degli ammortamenti e dei canoni di leasing.

Possono beneficiarne anche le farmacie?
Sì, i titolari di reddito d’impresa (incluse, quindi, le farmacie, imprese individuali ovvero società) che investono in beni materiali strumentali nuovi, acquistati direttamente ovvero tramite leasing finanziario, possono fruire del super-ammortamento.

Quali investimenti sono super-ammortizzabili?
Sono super-ammortizzabili gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi con esclusione di autovetture (gli autocarri, invece, sono super-ammortizzabili) e immobili. A mero titolo esemplificativo, ma non esaustivo, nel caso delle farmacie possono beneficiare dell’agevolazione in esame gli investimenti negli arredi, nel frigorifero, nel registratore di cassa, nel computer, nel condizionatore, nelle attrezzature di laboratorio ed estetiche (misuratore della pressione, elettrocardiogramma, laser, eccetera).

Dottoressa, ci può fare un esempio pratico di questo “maxi-sconto”?
Ipotizziamo il caso di un titolare che desidera rinnovare il look della sua farmacia e che a giugno di quest’anno investa, quindi, euro 300.000,00 per rinnovare gli arredi. Il costo deducibile ai fini dell’ammortamento fiscale sarà pari a euro 390.000,00 (euro 300.000,00 x 130%) e, dal momento che l’aliquota di ammortamento nella fattispecie è il 15%, la deduzione annua sarà pari a euro 58.500,00 (euro 390.000,00 x 15%).
Quanto sopra fa sì che, a fronte di una variazione in diminuzione nella dichiarazione dei redditi, l’Irpef dovuta sia più contenuta.

Esiste un termine entro il quale occorre effettuare l’investimento?
Affinché siano super-ammortizzabili, gli investimenti devono essere effettuati dal 1° aprile 2019 al 31 dicembre 2019 ovvero entro il 30 giugno 2020 purché entro il 31 dicembre 2019 il venditore abbia accettato l’ordine e il contribuente abbia provveduto al pagamento di acconti in misura pari almeno al 20% del costo di acquisto del bene.

È previsto un tetto massimo di investimento al di sopra del quale il beneficio non spetta per la parte eccedente?
Il super-ammortamento non si applica alla parte di investimenti complessivi eccedenti euro 2.500.000,00: per la farmacia tale limite non è un problema; infatti c’è un ampio margine di investimento.

(Farma Mese 5-2019 © riproduzione riservata)

2019-05-21T09:51:19+00:00