Pop makeup, come in passerella

Sfogliando le pagine delle riviste di moda, oppure guardando in televisione i servizi sui dettami delle maison più prestigiose, ci ritroviamo spesso a considerare che nessuna di noi possa stare veramente bene con un trucco così eccentrico come quello utilizzato dalle modelle che sfilano a Milano, New York o Parigi. Vuoi per i colori insoliti, vuoi per l’estro creativo dei truccatori, che realizzano makeup di sicuro effetto in passerella, ma di certo non adatto alla vita reale di tutti i giorni.
Eppure, il modo per adottare le tendenze è proprio adattarle alla quotidianità, smorzandone gli aspetti più estremi e rendendole, in questo modo, alla portata di tutte, sia in termini di semplicità nella realizzazione, sia nel risultato finale, che così non apparirà fuori luogo. Leggete, allora, i nostri consigli e saprete suggerire alle vostri clienti come essere in perfetta tendenza, senza stravolgere il loro look abituale.

Abbronzatura: crearla ed evidenziarla
Uno dei look su cui puntare è senz’altro quello visto alle sfilate di Max Mara e Alberta Ferretti: le modelle avevano il viso abbronzato come in piena estate e il colorito era evidenziato da terre, blush e bronzer. Questo significa che c’è una sorta di revival degli Anni Ottanta e che possiamo scegliere la texture che preferiamo, in polvere, crema o stick, per sottolineare l’abbronzatura, oppure crearla da zero, se ancora non siamo in vacanza. La regola per usare correttamente i cosmetici “effetto sunkissed” è applicarli dove ci si abbronza prima: zigomi, fronte, mento. La regola per ottenere un risultato elegante e credibile è, invece, mantenere la mano leggera e non esagerare. Menzione speciale per Genny, che ha addirittura usato la stessa polvere come blush e ombretto: in una nuance color rosa pesca mat, molto simile al Living Coral, che è il “color of the year”. È una scelta pratica e di sicuro effetto, assolutamente da copiare.

Pelle effetto glow
Il fondotinta in estate non è certo vietato, al contrario: se la formula contiene un Spf, è anzi un’utile barriera protettiva dai raggi Uv. Requisito indispensabile è, però, che la texture sia peso piuma, quasi un siero, in modo da risultare fresca e piacevole anche con le alte temperature. Il finish, poi, non deve essere mat, ma luminoso, con un delicato effetto “dewy” (letteralmente “come rugiada”), al fine di creare l’illusione di una pelle senza trucco, un incarnato perfetto, ma dall’aspetto naturale: questo era l’imperativo da Tory Burch, Michael Kors, Etro, Fendi.

In pratica, per realizzare il look “effetto glow” è importante scegliere fondotinta leggerissimi, impercettibili e trasparenti, oppure una BB o una CC cream che uniformi il colorito, illuminandolo e senza dare l’impressione di makeup artificiale. Per creare più luminosità, magari la sera, si possono unire due gocce di illuminante dai riflessi delicatamente perlati, con una sola raccomandazione: questo effetto non è l’ideale per le pelli impure e acneiche, in quanto renderebbe gli inestetismi cutanei più evidenti.

Sguardo pop
Estate, voglia di libertà e di colore: è il momento di giocare con un ombretto insolito, al di fuori della nostra palette abituale. Qualche idea? Se Anna Sui ha scelto il fucsia e l’arancio usati contemporaneamente, Missoni ha puntato su un verde pastello e Giorgio Armani ha preferito un punto cromatico tra il glicine e il fucsia, nuance decisamente fredda che, però, stava sorprendentemente bene anche sulle pelli scure. Byblos ha, poi, osato il blu elettrico e il verde pistacchio. Decisamente più soft, il pesca dorato di Antonio Marras, una tonalità praticamente universale con cui è molto difficile sbagliare. Denominatore comune, un arcobaleno di ombretti dai colori vivaci e dal finish mat oppure impreziosito da bagliori dorati. Considerata la densità dei pigmenti, è meglio limitarne l’applicazione alla sola palpebra mobile, per evitare un “effetto macchia”’ troppo esteso.

 

Smoky eyes nei toni caldi
Anche il trucco occhi effetto smoky eyes è sdoganato per l’estate, in una versione riveduta e corretta, decisamente più leggera e portabile e meno impegnativa del classico nero: da Tom Ford, Nicole Miller e Longchamp si sono viste varianti soft e molto femminili, realizzate nelle tonalità bronzo, tabacco, marrone e taupe. Il segreto è sfumare molto bene il colore, in modo da creare un effetto acquerello, in trasparenza. Come se la polvere non fosse applicata, ma facesse quasi parte della pelle, come se ci fosse soltanto un’impressione di colore, senza contorni ben definiti. Per questo look, è da suggerire anche il verde kaki, di grande attualità.

Sopracciglia: al naturale (o quasi)
C’è poi una tendenza che non riguarda strettamente il trucco, ma uno stile di vita: renderà, infatti, entusiaste tutte quelle donne che non hanno mai modificato o ridefinito la linea delle sopracciglia. La rivincita dello stile naturale, dunque, ma non disordinato: se, infatti, è messa da parte, almeno per il momento, la pinzetta per sfoltire le sopracciglia ed eliminare i peletti di troppo, questo non significa che sia autorizzato un aspetto trasandato, anzi. Il look delle modelle da Temperley London e Julien Macdonald era comunque ordinato e le sopracciglia tenute a bada e fissate con gel e mascara specifici. A proposito: il gel trasparente è perfetto per domare le sopracciglia e dare loro un aspetto ben curato quando non si è truccate; se, invece, si è già applicato il fondotinta, cremoso o in polvere, è molto meglio usare una formula specifica come un mascara colorato, altrimenti il gel trasparente, miscelandosi col trucco e solidificandosi, diventerebbe antiestetico.

 

Le labbra? da pin-up
Labbra rosse e mat oppure viniliche, laccate, e nient’altro: si è visto anche questo look, per esempio da Escada. Nella vita reale, è la scelta vincente quando abbiamo poco tempo per realizzare un trucco completo, ma vogliamo apparire comunque femminili. Oppure in spiaggia, di giorno: con un paio di occhiali da sole e un cappello o un bandana per proteggere il cuoio capelluto, saremo impeccabili (senza naturalmente dimenticare di schermare adeguatamente la pelle del viso con una formula contenente un Spf sempre alto). Labbra così evidenziate meritano, però, denti perfetti: evitate di consigliare questo look se la vostra cliente non li ha bianchi e regolari, altrimenti è meglio puntare l’attenzione sullo sguardo.

(di Annalisa Betti, Panorama Cosmetico 3/2019 © riproduzione riservata)

2019-07-30T09:55:32+00:00