Le “forme” del corpo e le loro esigenze

Quest’anno l’appuntamento con la remise en forme che caratterizza l’inizio della primavera ha un sapore diverso, certamente più amaro. Anche con la mente impegnata su fatti ben più seri, però, in questa inedita dimensione domestica, complice anche il maggior tempo a disposizione, si guarda al proprio corpo con occhio più critico.

Nell’aiutare la cliente a scegliere il prodotto più adatto alla cura del suo fisico e dei relativi inestetismi, potrebbe essere utile guidarla ad acquisire una maggiore consapevolezza delle proprie caratteristiche fisiche. A diverse forme corporee possono corrispondere, infatti, esigenze diverse e trattamenti mirati. Non siamo solo alte, basse, magre o con qualche chilo in più. C’è chi accumula chili di troppo sull’addome, chi sui fianchi o sui glutei. E anche perdendo peso, questo non avviene in modo uniforme. Perché ognuno ha caratteristiche ben precise, che non hanno solo a che fare con i chili di troppo.

“Pera” e “clessidra”: il focus è sui fianchi
La forma cosiddetta “a pera” (o a triangolo) appartiene alle donne che hanno la parte bassa del corpo più pronunciata di quella alta. Hanno cioè, fianchi e cosce più larghi di spalle e torace. È una conformazione fisica molto diffusa, e la problematica più fequente è la cellulite.

Anche la donna “a clessidra” ha le tipiche forme mediterranee: fianchi pronunciati, punto vita stretto e seno abbondante. Una fisicità molto femminile, che la moda degli anni Cinquanta amava evidenziare con corsetti per stringere ulteriormente la vita e gonne a ruota per accentuare l’effetto visivo dei fianchi. I trattamenti per il corpo in questo caso dovranno concentrarsi principalmente sulla tonificazione del seno e, soprattutto, sugli inestetismi della cellulite.

“Rettangolo”: obiettivo tonificazione
La conformazione “a rettangolo” è tipica di un corpo asciutto e tonico, senza che nessuna zona sia particolarmente pronunciata. Caratteristiche di questa tipologia fisica sono un punto vita poco segnato e un seno non particolarmente abbondante. È un tipo di fisico generalmente sportivo, leggermente androgino. L’eventuale aumento di peso sarà visibile su tutto il corpo, così come un dimagrimento non si noterà solo su una zona, ma sarà distribuito uniformemente. Non c’è bisogno di correggere zone mirate, ma si dovrà mantenere l’elasticità dei tessuti attraverso i tradizionali step della beauty routine del corpo: idratazione, nutrimento, tonificazione.

“Mela” e “ovale”: protagonista l’addome
Il fisico “a mela” è quello, invece, di chi tende ad accumulare il grasso nella zona del punto vita e, in caso di conformazione a “ovale”, anche delle braccia e del torace. Di solito le gambe sono sottili, magari anche affusolate, proprio come avviene per un’altra conformazione, un po’ meno diffusa, che è quella del “triangolo rovesciato”, in cui spalle, torace e seno tendono a essere abbondanti mentre le gambe sono snelle. I trattamenti mirati si dovranno concentrare, quindi, sulla riduzione del grasso addominale e sulla tonificazione della parte alta del corpo, incluse braccia, torace e seno.

(di Ilaria Sicchirollo, Panorama Cosmetico 2/2020 © riproduzione riservata)

 

2020-05-06T09:58:27+00:00