Makeup di primavera: voglia di colore

Dalle passerelle, la tendenza è un trucco viso in technicolor, ma non solo per essere più belle: è questo, infatti, il momento giusto per un po’ di positività e allegria, anche attraverso il trucco

M ai come ora sentiamo tutti una spinta verso la rinascita: la recente situazione sanitaria ha imposto una pausa forzata a qualsiasi attività. A qualcosa, però, non dobbiamo lo stesso rinunciare: alla bellezza nelle piccole cose, anche semplici, tra le quali la gioia del trucco. E il makeup di questa primavera, per una felice combinazione, riscopre il colore in tutte le sue espressioni, anche le più audaci.

LA BASE È NATURALE
La pelle del viso è l’unico elemento che può restare, almeno apparentemente, senza artifici. Giusto un velo di fondotinta non troppo coprente, meglio se accompagnato da un tocco di correttore dove serve, e il gioco è fatto: non c’è ambizione di perfezione, anzi, se la pelle tende a diventare un po’ lucida con le temperature che si fanno via via più calde, non c’è problema, perché possiamo sempre dichiarare che sia un “effetto dewy” voluto realmente -molto naturale, come se il viso fosse baciato dalla rugiada- proprio come nella sfilata di Hermès.

CONTOURING E ILLUMINANTI
Non siamo le maghe del makeup, ma possiamo comunque consigliare le tecniche basilari che i truccatori professionisti chiamano “highlighting and contouring”: semplificando il concetto, l’idea è evidenziare con un tocco di illuminante i punti del viso che desideriamo mettere in luce (letteralmente), come la sommità degli zigomi e gli angoli interni degli occhi, vicino al naso e sotto l’arcata sopracciliare, mentre al contrario useremo il contouring per scolpire le zone sotto agli zigomi, per snellire i lineamenti.

BLUSH: SOLO ROSA
Mettiamo da parte il fard color pesca, quello che sta bene praticamente a tutte, e investiamo in una nuova tonalità, scelta tra le varianti del rosa. Più o meno freddo, ha la capacità di ringiovanire qualsiasi viso e togliere immediatamente la stanchezza. Ed è in armonia cromatica con i pastelli, soprattutto dal rosino al viola, che sono un must per gli occhi. Ricordiamo alle clienti che il blush è da applicare sempre con un pennello medio, in questo modo: mentre si sorride, sulla parte della guancia che sporge di più. Il risultato deve essere naturale, come se provenisse dalla pelle stessa.

OCCHI: COME ORCHIDEE
Avete presente questi fiori dalla bellezza sontuosa? Viola, lilla, fucsia, rosa saranno esattamente le nuance degli ombretti più di tendenza in questa primavera. Tutte noi ne abbiamo qualche confezione, altrimenti è il momento giusto per consigliare alle clienti di regalarsi un mono o, ancora meglio, un duo nuovo di zecca: la polvere chiara va applicata agli angoli interni e sotto l’arcata sopracciliare, la nuance scura sulla palpebra mobile, sfumando bene fino ad appena oltre la piega. La sera, poi, si può osare un bel viola, da abbinare a labbra vestite soltanto con un tocco di gloss trasparente (o anche un semplice burrocacao per chi non ama l’effetto lucido).

PASTELLO, MA ANCHE NEON
Abbiamo detto che il colore sarà protagonista, in tutte le sfaccettature, dalle più soft a quelle più audaci. Questo significa che si possono osare anche quelle tonalità che fino a poco tempo fa erano considerate off-limits, però vale sempre la regola del buon gusto e dell’autocritica: basta un tocco di colore, un accenno, perché non siamo in passerella e neanche su Instagram. Facciamo, comunque sia, una distinzione: i toni pastello non richiedono grandi accorgimenti, se non quello di applicare poi una buona dose di mascara nero per definire lo sguardo e non creare un effetto slavato. I colori neon o fluo vanno, invece, usati in dosi veramente omeopatiche e soltanto la sera. Ancora meglio, nelle sere d’estate, più spensierate, con la pelle illuminata da una leggera abbronzatura.

SEMPRE SMOKY EYES
L’evergreen di ogni stagione si conferma trendy anche questa primavera, ma in versione personalizzata: oltre all’originario nero, al più morbido antracite e all’universale taupe, sono sdoganate anche interpretazioni cromatiche come blu navy, porpora e bronzo.

NUANCE PREZIOSE
A proposito di bronzo, tornano alla grande, soprattutto quando il primo sole avrà regalato un po’ di colore alla pelle, le tonalità metalliche, a cominciare dall’oro, ma saranno di tendenza anche il rame, il rose gold e l’argento. In polvere o in crema, si possono usare a piccoli tocchi anche come illuminanti, ma anche da sovrapporre agli ombretti satinati o mat per creare abbinamenti insoliti.

EYELINER MANIA
Questa primavera non ci sono scuse: sperimentate l’eyeliner. La missione sarà resa semplice e divertente dal fatto che potrete consigliare alla cliente di decidere se tracciare linee sottili o più spesse, perché tutto è trendy. Il formato a pennarello con la “felt tip” è molto pratico, ma anche l’eyeliner tradizionale può essere trasformato nella versione “easy” semplicemente tagliando a metà lunghezza le setole del pennellino: in questo modo, anche se non si ha la mano ferma, non ci saranno problemi.

LABBRA: TUTTO O NIENTE
Per il trucco della bocca, la scelta è tra due look opposti: o il minimalismo di un gloss trasparente, come da Gucci e Chanel, oppure la sensualità di un rossetto dal rosso classico al bordeaux quasi gotico. Una tonalità solitamente protagonista del makeup invernale, ma che ha sorpreso in molte sfilate, per esempio da Jil Sander e Max Mara.

(di Annalisa Betti, Panorama Cosmetico 2/2020 © riproduzione riservata)

2020-05-05T10:59:17+00:00