“IO Lavoro” 2020

Ecco una tipologia di agevolazioni che il Governo ha approvato per favorire il lavoro giovanile e che può Interessare anche la farmacia. I titolari, infatti, possono assumere giovani collaboratori con incentivi pari ai contributi previdenziali. Ecco che tipo di collaboratori, quali i limiti di un’agevolazione che varia da regione a regione e le pratiche da fare per ottenerla

IO Lavoro” rappresenta una novità tra le misure di agevolazione all’occupazione previste per il 2020, e consente alle farmacie che intendono assumere, o stabilizzare contratti a termine già in essere, di godere per 12 mesi dell’incentivo pari ai contributi previdenziali posti a carico del datore di lavoro, fino a un massimo di 8.060,00 euro su base annua.

Ma chi può ottenere queste agevolazioni? La farmacia può inserire in organico giovani disoccupati tra 16 e 24 anni, oppure da 25 anni in su che siano però privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi (soddisfano tale requisito coloro che non svolgano attività lavorativa, oppure abbiano un reddito fino a 8.145,00 euro se dipendenti o fino a 4.800,00 euro se autonomi). In entrambi i casi, i lavoratori non devono aver già avuto un rapporto di lavoro negli ultimi 6 mesi con la stessa farmacia o con lo stesso datore di lavoro.
Ciò che rileva non è il luogo di residenza della persona da assumere, ma la sede operativa della farmacia: le risorse stanziate, destinate al territorio nazionale, sono state ripartite in maniera differente tra le diverse regioni, con preferenza per quelle “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e “in transizione” (Abruzzo, Molise, Sardegna) a scapito delle altre regioni “più sviluppate” (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Province Autonome di Trento e di Bolzano, Toscana, Umbria, Marche e Lazio). Di conseguenza, nel caso in cui si tratti di farmacie con più punti vendita, che hanno necessità di modificare la sede operativa del lavoratore, la spettanza dell’incentivo sarà subordinata alla verifica della disponibilità delle somme accantonate per la regione di destinazione.

L’agevolazione “IO Lavoro” potrà essere goduta retroattivamente dal 1° gennaio 2020 e sino al 31 dicembre 2020, sulle assunzioni a tempo indeterminato o con apprendistato professionalizzante, anche part-time; ovviamente il requisito della disoccupazione non è richiesto per la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti a termine. Inoltre, le farmacie per godere dell’incentivo dovranno o rispettare le regole sugli aiuti “de minimis”, oppure realizzare un incremento netto occupazionale rispetto alla media dei 12 mesi precedenti e mantenerlo per tutto il periodo di godimento dell’agevolazione (al netto di posti vacanti determinati da dimissioni volontarie, pensionamento, invalidità, licenziamento per giusta causa).

Ma che cosa deve fare il datore di lavoro? Per accedere all’agevolazione “IO Lavoro”, una volta confermate e fornite le indicazioni operative dall’Inps, le farmacie dovranno prenotare le risorse corrispondenti presentando un’ istanza che, una volta ricevuta, sarà valutata dall’Ente in ordine cronologico di arrivo. L’incentivo spetterà prioritariamente ai rapporti di lavoro posti in essere o trasformati prima del rilascio del modulo telematico; perciò il farmacista dovrà ponderare le proprie scelte con attenzione, per non rischiare che i fondi stanziati siano esauriti.

“IO Lavoro” è cumulabile con l’incentivo per l’assunzione di percettori del Reddito di cittadinanza, con lo sgravio triennale per l’occupazione stabile dei giovani e con altri incentivi di natura economica introdotti e attuati dalle Regioni. Quindi, le farmacie potranno cogliere l’opportunità di rinnovare o incrementare il proprio organico avvalendosi di nuove risorse, abbattendo notevolmente i costi iniziali connessi all’attivazione o stabilizzazione del rapporto di lavoro. Per maggiori dettagli rivolgersi al nostri uffici, telefonando al numero 800.910.245 o scrivendo una mail al seguente indirizzo: info@datafarma.it.

(di Vito Luna, Farma Mese n. 4/5 2020 ©riproduzione riservata)

2020-05-28T11:00:44+00:00