Meglio del sole

Con la bella stagione si fa strada il desiderio di un trucco leggero effetto glow, delicato e portabile anche in città. Perché quest’anno più che mai abbiamo voglia di luce, di un colorito splendente e, soprattutto, di tanto buonumore.

Il maquillage di quest’estate è davvero magico: il trucco leggero effetto glow mette in risalto l’abbronzatura, ma può anche crearla da zero anche sulla pelle chiara, con un effetto naturale insospettabile.

Un altro aspetto interessante è che possiamo sceglierne l’intensità, da un leggero tocco di colore fino a una tonalità tropicale. Oltre alla personalizzazione, possiamo, infatti, contare su formule che permettono di ottenere un look su misura per ogni occasione. Inoltre, anche se non andiamo in vacanza, niente ci impedirà di cancellare il pallore urbano, frutto dei tanti mesi costretti in casa, e avere un bel colorito.

IL LOOK DA GIORNO
In città, se la pelle è chiara, ci sono due priorità: creare un bel colorito e aggiungere la funzione protettiva di un Spf alto. Non è un problema: in farmacia, infatti, sono disponibili tante BB o CC cream con un fattore di protezione dal 25 in su.

Però attenzione, non va mai consigliata una nuance più scura del tono naturale della pelle, altrimenti lo stacco cromatico sarà evidente all’altezza del collo, con un terribile effetto finale. Meglio aggiungere, poi, un bronzer o un blush, per un tricco leggero effetto glow.

A questo proposito ci sono novità interessanti, come i nuovi blush non totalmente mat, ma con la doppia funzione di regalare colore e illuminare, grazie alle microperle dorate che enfatizzano l’abbronzatura come un highlighter.

Una volta creata la base, decidere se sottolineare lo sguardo oppure le labbra, anche se le regole contemporanee non sono più così rigide come un tempo.

LABBRA, NATURALI E ULTRAGLOSSY
In estate è perfetto il gloss: dona un tocco di colore in trasparenza, rendendo le labbra polpose e seducenti. Le formule high-tech disponibili in farmacia contengono sostanze idratanti e lenitive, per riparare la zona labiale da screpolature provocate da sole e mare.

Le nuance di tendenza più indicate per l’effetto abbronzatura del trucco leggero effetto glow sono tutte le gradazioni del rosa (dal cipria all’orchidea), arancio dorato, rame e rosso classico.

Un segreto dai backstage delle sfilate: picchiettare coi polpastrelli una quantità minima di rossetto sugli zigomi regala un look caldo e davvero solare.

Per ottenere, invece, un effetto sofisticato e impeccabile -e per assicurare al make-up un effetto long lasting- c’è poi un trucco: consigliate una matita labbra nella tonalità più vicina al colore naturale delle labbra, delineate il contorno e sfumate la linea verso l’interno, coprendo tutta la zona labiale, quindi applicate il gloss. L’effetto cromatico è identico, ma la durata sarà decisamente superiore.

OCCHI: INTENSITÀ ALLO SGUARDO
Sulle palpebre sono ideali le tonalità preziose: oro, topazio, ambra. Da sole o in abbinamento, vanno comunque applicate su tutta la palpebra mobile, sfumando verso le sopracciglia e oltre l’angolo esterno degli occhi, per creare un effetto oriental style e vagamente anni Ottanta, come propongono le ultime tendenze.

Con un ombretto avorio si possono creare punti luce all’angolo interno dell’occhio e immediatamente sotto le sopracciglia. Un tocco speciale è dato, poi, dal kajal, di rigore non soltanto nella classica nuance nera, ma anche in varianti trendy più estive, come il verde smeraldo o il turchese, quest’estate davvero top perché regala grande luminosità allo sguardo. La sera, in abbinamento a un ombretto oro puro, lo sguardo diventa prezioso e davvero magnetico.

IL BRONZER NON PUÒ MANCARE
Passepartout per avere un aspetto baciato dal sole in un attimo, il bronzer (che altro non è se non la “terra”) è indispensabile in questo periodo. Si può usare da solo, e in questo caso suggerite di applicarne solamente una spolverata leggerissima su tutto il viso, purché sia mat o satinato; oppure come blush, per scolpire gli zigomi.

La regola generale è applicarlo dove i raggi del sole colpiscono il viso, cioè sulla fronte, gli zigomi e il mento. Si usa con un maxi pennello, a pelle nuda o, ancora meglio, dopo una base leggera su tutto il viso.

Prima di tutto occorre, infatti, uniformare la pelle, usando un fondotinta trasparente oppure un gel, ancora più fresco, per creare o enfatizzare l’abbronzatura. Eventualmente, sugli inestetismi evidenti, anche il correttore, con piccoli ritocchi mirati nelle zone critiche come, per esempio, le occhiaie.

La terra esiste in diverse nuance e taglie, per tutti i gusti. In formato maxi, per durare mesi e mesi; per i viaggi, in minitaglia, perfetta per stare in borsa; due i toni, per creare giochi di chiaro-scuro. La versione a lunga tenuta è perfetta dalla mattina alla sera e resiste anche sotto il sole più caldo.

ILLUMINANTE, ISTRUZIONI PER L’USO
Come fare per creare un trucco leggero effetto glow naturale, come se la luce provenisse dalla pelle stessa? L’illuminante va applicato come il bronzer, dove i raggi del sole arrivano prima: la parte alta degli zigomi, il centro di fronte e mento, la linea centrale del naso. Poi si aggiunge l’arco di Cupido, che è la fossetta del labbro superiore, e anche la pelle immediatamente sotto alle sopracciglia.

Ma come si usa l’illuminante? Semplice: con l’aiuto di un pennello da blush oppure “slanted” (quello dalla punta obliqua), va evidenziata la linea mediana del viso, perciò useremo l’illuminante tra le sopracciglia al centro della fronte; lungo il naso; immediatamente sopra al labbro superiore e sul mento.

Inoltre, un tocco di polvere illuminerà lo sguardo, schiarendo gli angoli interni degli occhi e la zona subito sotto alle sopracciglia; infine, la parte superiore degli zigomi, dall’angolo esterno dell’occhio scendendo leggermente in diagonale verso il centro della guancia.

Altra domanda che merita una risposta: chi ha la pelle impura o grassa è fuori dai giochi? Assolutamente no, a patto di preparare la base con un fondotinta oil free e mat, che possa minimizzare eventuali imperfezioni.

Poi si può consigliare di procedere con lo strobing, escludendo la fronte e sempre usando formule oil free ed evitando le polveri, che rischiano di mettere in evidenza i pori.

(di Annalisa Betti, Panorama Cosmetico n. 3/2021 ©riproduzione riservata)

2021-07-09T11:06:53+02:00