Farmaci e integratori, la farmacia batte l’online

La pandemia ha impresso un’improvvisa accelerata alla “digital disruption”, ma non di meno la farmacia fisica continua a prevalere sul web. Infatti, secondo l’analisi dell’Osservatorio Multicanalità, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da NielsenIQ, “il settore di farmaci e integratori è, insieme al largo consumo, il meno interessato dalla ricerca di informazioni e acquisti in rete”. Il negozio fisico, quindi, resta centrale.

Certo, gli acquisti online aumentano man mano il loro peso, ma nell’ambito della multicanalità. Infatti, nel 2021 si contano 46,1 milioni di consumatori multicanale -per i quali il digitale ha un ruolo nel proprio percorso di acquisto- pari all’88% della popolazione italiana con più di 14 anni (52,6 milioni).

Ma non in tutti i settori si registrano gli stessi risultati. Infatti, i cittadini utilizzano i canali digitali, soprattutto per viaggi (al primo posto con il 43% che acquista soltanto online), elettronica e informatica (il 14% dei consumatori compra solo in rete) e assicurazioni (il 23%). Il negozio fisico rimane, invece, fondamentale per largo consumo, farmaci-integratori, beauty e abbigliamento.

Vediamo più in particolare i dati sul settore farmaci e integratori, che attestano la consolidata importanza della farmacia fisica (sia per informazioni, sia per acquisti).

• A cercare informazioni prevalentemente in rete su farmaci e integratori è soltanto il 29% dei consumatori (contro il 70% rilevato nei settori viaggi ed elettronica-informatica).

• Solamente il 3% dei consumatori acquista farmaci e integratori esclusivamente in rete (come avviene anche per il settore beauty).

• Preferisce acquistare sempre off line, cioè nella farmacia fisica (o in eventuale altro esercizio), Il 71%

• 26% è la percentuale di chi acquista in modo ibrido (multicanale), scegliendo di volta in volta come comprare, alternando i canali.

• Anche tra i clienti più versati nel digitale, compra soltanto online il 13%.

• 77%: è la percentuale di chi, tra coloro che preferiscono l’e-commerce, ritiene che acquisterà online anche dopo la pandemia.

(Farma Mese n. 9/2021 ©riproduzione riservata)

2021-11-22T10:24:30+01:00