Il robot Sintesi di Pharmatek diventa un’opera d’arte

Pharmathek, azienda di riferimento nella realizzazione di sistemi automatizzati che gestiscono in modo flessibile i farmaci, ha affidato il design del suo robot SINTESI, arrivato alla terza generazione, allo street artist internazionale Riccardo Lanfranco, in arte Corn79. Nel corso dell’ultima edizione di Cosmofarma, SINTESI è stato presentato completamente rivestito da un’opera originale realizzata per l’occasione.

Un’opera unica, stampata direttamente su vetro, composta da forme e piani disposti a diversi livelli di profondità. Gli elementi galleggiano in uno spazio indefinito ed evocano la vita dei componenti meccanici, e il loro moto, all’interno del robot. L’opera si completa integrando i ripiani interni di SINTESI e le scatole posizionate su di essi, grazie all’uso di aree trasparenti. L’interno e l’esterno si fondono, restituendo una visione completa della vita della scatola-farmaco.

Perché personalizzare
Personalizzare il design di un robot non significa solo integrarlo alla perfezione agli altri elementi presenti in farmacia, significa anche comunicare ai pazienti di quella farmacia.

Pharmathek ha deciso di trasformare il suo robot in un’opera d’arte per mostrare nel concreto fin dove può spingersi il grado di personalizzazione di SINTESI e per trasmettere il concetto di unicità. Nell’immaginario comune, arte e robotica sono mondi distanti. In questo caso, invece, una soluzione altamente innovativa e tecnologica, governata da complicati algoritmi ed evoluti sistemi di robotica, è arrivata a fondersi con l’arte pura, diventando essa stessa parte dell’opera.

L’unione di questi due mondi apparentemente così distanti tra loro apre per il robot SINTESI un numero di possibilità di personalizzazione che tende all’infinito. Infinite possibilità che rendono ogni robot unico nel suo genere, proprio come le opere d’arte. Il robot SINTESI diventa parte attiva dell’ambiente, potenziandolo, e supporta i farmacisti nel comunicare in un modo unico i propri valori a chi entra in farmacia, contribuendo allo sviluppo delle relazioni con i pazienti.

“Instaurare relazioni durature con i pazienti è fondamentale, oggi, se si vuole crescere nel proprio territorio” ha affermato il fondatore di Pharmathek, Alexander von Liechtenstein, in una recente intervista, aggiungendo: “Un paziente che si sente seguito e consigliato adeguatamente dal suo farmacista non esita a ritornare. In questo momento la fidelizzazione è una tra le chiavi più importanti per il successo della farmacia”.

2022-05-24T15:14:46+02:00