Anno nuovo all’insegna della gentilezza

Di gentilezza c’è sempre tanto bisogno, e porre questa attitudine nei buoni propositi per l’anno che si è appena aperto è sicuramente un’ottima idea. Ce lo ricorda il Color Pantone Institut, che propone come colore 2024
il delicato Peach Fuzz, che comunica serenità e che è stato scelto come “inno alla gentilezza”. Se tutti ci impegnassimo a praticarla, in ogni ambito e in ogni dove, ne beneficerebbero sia la comunità intera, sia la nostra salute psico-fisica, sempre più provata da ritmi frenetici.

Ma il 2024 non sarà solamente l’anno della gentilezza: la pelle resterà protagonista, con attenzioni alla sua bellezza, ma crescenti soprattutto verso la sua salute. Ecco, allora, che le pratiche clean di skincare resteranno il trend principe, cioè la promozione di una cosmesi pulita, essenziale, attenta all’ambiente e alla portata di tanti.

Sentiremo spesso parlare di “skintellectualism” proprio a sottolineare un occhio di riguardo a formulazioni e ingredienti, ma anche a etica dei brand e politiche di tutela dell’ambiente. Allo stesso tempo spopoleranno sui social gli hashtag #budgetbeauty -cioè bellezza economica- perché la gentilezza si esplica anche nell’aprire le porte del cosmetico a più persone possibili, con un occhio al portafoglio, e #beautydupes, “doppioni fake”, quelli che si ispirano ai trattamenti di maggior qualità e provano a replicarli, ma con risultati scarsissimi.

La scientificità del marchio, quindi, tornerà a essere un valore fondamentale e questo ci piace molto, perché la dermocosmesi in farmacia di scientificità ne ha da vendere.

Le premesse, insomma, sono buone, a patto di non accontentarsi, essere curiosi da una parte e studiare dall’altra, con la passione e la professionalità che rendono la farmacia un canale di grandi speranze cosmetiche. 

(Editoriale di Chiara Verlato, Panorama Cosmetico N. 1-2024, ©riproduzione riservata)

2024-02-08T11:35:38+01:00